Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.aiasu.it/home/plugins/system/devicookieinfo/devicookieinfo.php on line 58

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.aiasu.it/home/plugins/system/devicookieinfo/devicookieinfo.php on line 86
Funzioni e compiti del Perito e del Consulente Tecnico
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 928

Funzioni e compiti del Perito e del Consulente Tecnico

  • Giovedì, 14 Gennaio 2016
  • 4960 times

di Manuela Settimo

All’interno del sistema giuridico i testimoni potrebbero solo deporre in merito a ciò che essi stessi hanno sperimentato con i loro cinque sensi, la testimonianza per quanto riguarda il loro parere non è permesso. Un’eccezione a questa regola è la testimonianza del perito che offre la sua opinione relativamente alle questioni oggetto della controversia.

I testimoni esperti sono persone competenti in ogni scienza, arte, commercio o professione: “Le persone che attraverso l’educazione e l’esperienza hanno sviluppato abilità o conoscenza in una determinata area”.

Considerando che il parere degli esperti è resa per colmare le lacune derivanti dalla insufficienza del tribunale di attingere alle proprie esperienze tecniche per giungere a conclusioni, il rapporto creato con la testimonianza degli esperti e la successiva testimonianza orale deve essere basata su una sana pratica scientifica. Obiettività e imparzialità devono essere le regole di guida di un perito. Anche se nessuno può affermare di essere accuratamente perito di professione, alcuni sono più competenti di altri. Gli esperti tendono a essere di due tipi, l’esperto legittimo che è veramente eccellente nel settore proclamato, e colui che si spaccia come tale, senza qualificazione ed esperienza. Questi esperti non qualificati non riescono a raggiungere la pratica, l’istruzione e la formazione necessaria.

Una delle critiche più comuni sollevate nei confronti degli esperti è riferito alla competenza. Un esperto deve essere uno specialista nel settore pertinente, i giudici si aspettano di poter contare su elementi offerti, le prove che devono essere adeguatamente studiate, equilibrate e non fuorvianti.

La maggior parte dei settori scientifici sono ramificati in sotto-discipline forensi, dove l’applicazione della scienza alle questioni di interesse per il sistema giuridico può trovare utilizzo. Gli specialisti nei settori della medicina legale sono ben consapevoli dell’effetto irresistibile del loro parere di esperti sulla sorte degli imputati e delle scienze forensi nel loro complesso. Il non-esperto in medicina legale, qualificato in una specialità, come la zoologia, o la medicina clinica non è necessariamente competente per rendere pareri in ambito forense e il poterlo fare crea un danno per il sistema giudiziario, per gli imputati, per le vittime e per l’applicazione della legge.

Un testimone esperto è quindi un individuo che attraverso la sua conoscenza e le competenze assiste il giudice. In qualità di esperto, il perito ha accesso a materiale che non viene offerto ad altri testimoni, per poter rendere un parere su fatti che non erano necessariamente evidenti. Questo privilegio comporta un dovere che non è sempre pienamente compreso ed è spesso ignorato dai periti.

Il giudizio dei principali professionisti che producono perizie e testimonianze dovrebbero essere attentamente valutati dalla legge in modo da impiegare il ragionamento metodologicamente rigoroso evitando pregiudizi e faziosità. Questo principio è espresso dal Broudel: “Se la legge ti ha fatto (il medico), un testimone, resta un uomo di scienza, non hai vittima da vendicare, nessun colpevole da condannare e nessuna persona innocente da salvare. Si deve recare testimonianza entro i limiti della scienza”.

Un altro fenomeno raramente discusso in letteratura, si riferisce alla perizia presentata dagli scienziati cui mancano le conoscenze specificamente richieste. Uno scienziato, a cui viene chiesto un parere da esperto su una questione che è al di fuori della sua erudizione professionale dovrebbe essere sufficientemente onesto da rifiutare i suoi servizi anche se manca la fama, l’emozione e la remunerazione possibile che possa accompagnare il coinvolgimento nella questione legale.

Il Prof. Stephen Hawkins, dice: “Il più grande nemico della conoscenza non è l’ignoranza, è l’illusione della conoscenza”[1].

 


[1] J. Hiss, M. Freund, T. Kahana, The forensic expert witness—An issue of competency, Forensic Science International 168 (2007) 89–94

Last modified on Venerdì, 29 Gennaio 2016 15:54

Login to post comments

Dal blog

Contattaci

  • home A.I.A.S.U.
  • phone+39 0688327350 (9:30 - 18:30)
  • mailinfo@aiasu.it
  • mapvia Val di Non, 37 (F-13) 00141 Roma

Seguici